prove tecniche di normalità

Dopo quasi un anno e mezzo dall’ultimo articolo, scritto tra l’altro a quattro mani con Aria, rimetto “piede” in questo polveroso blog, armato di scopa e vernice fresca.
Non che non sia passato di qui per tutto questo tempo, ho cercato di continuare ad esserci per chi faceva delle domande sia sul blog che sulla nostra pagina Facebook, in costante crescita nonostante dall’Italia all’Olanda sia al momento più un museo online che un vero blog. Non ho risposto a tutti, a volte perché le domande erano demenziali, altre perché non ho avuto tempo e costanza. Mi scuso con chi non ha avuto risposta, ringrazio chi è rimasto affettuosamente a seguirci nonostante questa mia lunga assenza.

Il blog è stato aperto nel 2009, al nostro arrivo in Olanda. Per quasi 5 anni abbiamo raccontato la nostra esperienza fatta di scoperte quotidiane e di sfide costanti, delusioni e risalite. Siamo partiti da niente e siamo arrivati ad avere un’indipendenza economica, a comprare una casa per noi due, a condividerla prima con due gatti e poi con due meravigliosi bambini. Abbiamo migliorato di molto la nostra conoscenza della lingua e siamo stati molto impegnati a crescere Mila e Lorenzo, a imparare le procedure olandesi dalla gravidanza fino all’iscrizione alla scuola elementare (che andrebbe fatta tra i 18 e i 24 mesi di età perché la scuola inizia tra i 4 e i 5 anni), passando per ospedali, consultorio e kinderopvang, l’asilo. Tutto questo facendo la cosa più difficile e importante al tempo stesso: imparare a fare i genitori, nel miglior modo possibile.

Considerato ciò, credo sia facile capire come le energie e gli spunti per tenere aggiornato un blog siano diminuite nel tempo, ma sono molto affezionato a questo piccolo spazio sul web, che mi ha permesso di trovare un lavoro e di conoscere, anche di persona, nuovi amici, oltre a permettere ai nostri cari di seguirci quasi quotidianamente e di incoraggiarci nei primi anni lontani da casa.
Così affezionato, che ho deciso – non senza incoraggiamento da parte di Aria – di vincere la mia incostanza e di rimettere mano alla nostra creatura digitale.

In questa nuova fase del blog ci saranno probabilmente meno aggiornamenti sulle nostre quattro vite e più articoli su ciò che accade qui in Olanda, sulle buone idee che vedono la luce attorno a noi e che possono fornire spunti di riflessione, sulle cose che non vanno nemmeno qui, oltre a semplici curiosità. Insomma, un po’ meno diario, un po’ più punto di vista di una famiglia italiana che vive ad Haarlem da tanti anni.
Ho già qualche articolo in mente e cercherò di pubblicare ogni settimana qualcosa, ma se ci sono argomenti di cui vi piacerebbe sapere qualcosa in più, fatecelo sapere e saremo lieti di darvi il nostro punto di vista.

Buona lettura.
|Ste|

In via del tutto eccezionale, in questi giorni le temperature sfiorano i 30° C. Succede così di rado, che molti ne approfittano per sfoderare le piscine e i giochi d’acqua, per raffreddarsi e intrattenere i bambini. Quest’anno ci siamo attrezzati anche noi: un ombrellone, una sedia, un tavolino, tanta crema solare – il sole si fa vedere di rado, ma quando c’è picchia forte – e nonno Ferro a fare da bagnino.

terrazzo attrezzato

Terrazzo in versione estiva, con ombrellone e piscina. E biancheria stesa ad asciugare.

Nonno Ferro in versione bagnino.

Nonno Ferro in versione bagnino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: