A misura di bimbo

È davvero incredibile quanto le due piccole pesti stravolgano le nostre vite. Me l’avevano detto che sarebbe successo, ma finché non l’abbiamo provato sulla nostra pelle non ci siamo accorti di quanto la nostra quotidianità sarebbe stata stravolta.
Non vorrei far diventare questo blog uno di quelli da e per mamme (non ne sarei capace e qualcuno potrebbe trovarlo noioso), ma per il momento questa è la mia unica quotidianità, quindi vi dovrete sorbire un po’ di notizie non richieste sul sistema olandese per bimbi piccoli.

Logo Jeugdgezondheidzorg Kennemerland Ho già parlato precedentemente del Consultatiebureau, ma vorrei descriverlo un po’ meglio. Innanzitutto è un sistema nazionale di consultori/ambulatori presenti capillarmente sul territorio (ogni Comune si occupa di finanziare i propri), in cui si possono iscrivere facoltativamente e gratuitamente tutti i neonati. Il consultatiebureau si occupa delle vaccinazioni e genericamente della salute dei bambini da 0 a 4 anni: ad ogni visita i bambini vengono pesati e misurati. Inoltre forniscono assistenza telefonica e telematica per qualsiasi domanda o dubbio riguardo ai bimbi, all’alimentazione, alla salute, …
Il Consultatiebureau non sostituisce l’ospedale né un ambulatorio medico, ma è ottimo per le vaccinazioni e per i consigli pratici che fornisce.
Se i bambini non stanno bene, o hanno bisogno di una visita medica, devono essere portati in prima istanza dal medico curante della madre, che può decidere per una terapia o per una visita specialistica dal pediatra in ospedale.

La scuola non è obbligatoria fino ai 5 anni, ma si può decidere di portare i bimbi in un asilo (kinderopvang), o da una bambinaia (gastouder) dai 3 mesi in poi. Entrambe le possibilità devono essere valutate in anticipo perché si deve poi valutare con l’asilo o la bambinaia le rispettive disponibilità.
La differenza sostanziale tra le due opzioni è che la gastouder riceve i bimbi a casa propria e devono essere corredati di pannolini, latte o pappe e tutto quello di cui possono avere bisogno durante la permanenza; l’asilo richiede invece solamente il latte. Inoltre, è entrata da poco in vigore una normativa che prevede che una bambinaia (che generalmente tiene fino a 4 bambini insieme) non possa tenere contemporaneamente più di un bambino al di sotto dell’anno di età, quindi nel caso di gemelli non può essere opzionabile.
La maggior parte degli asili non chiude per le vacanze estive o invernali, ma semplicemente nei giorni festivi e il sabato.
Se i bambini frequentano l’asilo, o vanno da una bambinaia, è possibile chiedere un rimborso delle spese (piuttosto alte) al Belastingdienst (l’ufficio delle tasse), che è proporzionale a quanto sono occupati i genitori: più lavorano, più il rimborso è alto.
È previsto anche un altro piccolo rimborso (kinderbijslag) che viene versato trimestralmente per ciascun bambino fino alla maggiore età. È un contributo dello Stato alla crescita del bambino, che viene aumentato ogni sei anni.
La scuola elementare (basisonderwijs) dura dai 4-6 anni del bambino fino generalmente ai 12 ed è gratuita. Ma credo che di questo parlerò decisamente più avanti.

|Aria|

Annunci

5 Risposte so far »

  1. 1

    Silvia said,

    Ciao bella aria e belli i vostri bimbi,un bacione

  2. 2

    Sembra una organizzazione ben fatta. Da questo post, e da altri spunti presi in giro, mi sembra di capire che in Olanda alcuni aspetti pratici sono costosi, però nel contempo i servizi gratuiti sono molti e funzionali.

    • 3

      Aria said,

      In effetti, la funzionalità è uno dei punti forti olandesi; forse anche per questo, o forse per la produttività, la maternità prevista in caso di gemelli è la stessa che in caso di gravidanza singola (complessivamente 16 settimane tra pre e post parto).

  3. 4

    rosaria said,

    dovrei iscrivere i miei bimbi ad una scuola internazionale per favore mi date informazioni in merito????? grazie

    • 5

      Ste said,

      Ciao Rosaria, personalmente non intendiamo mandare i nostri bambini ad una scuola internazionale, poiché siamo convinti che parlando a casa l’italiano e a scuola l’olandese e l’inglese, non avranno bisogno di altro.
      Per questo motivo, non abbiamo mai cercato informazioni a riguardo e non possiamo aiutarti, ma se scopri qualcosa che ti va di condividere, facci sapere. Succes!


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: