Fuga per la libertà

Sapete già che, nonostante le festività cattoliche celebrate nei Paesi Bassi, il Ferragosto non rientra tra queste.
In effetti è ancora un po’ strano vedere in giro la vita movimentata di tutti i giorni e sentire fresco (quando va bene) il 15 di agosto, ma si sa, gli Olandesi sono di manica stretta anche per le festività, sinonimo forse di improduttività.
C’è un evento ad Haarlem, che ormai sta diventando un appuntamento del ferragosto cittadino, l’Haarlem Jazz & more, una tre giorni di musica jazz per le vie e le piazze del centro. Siamo alla seconda edizione, quindi l’organizzazione della nuova ‘gestione’ del festival è stata apprezzata.

Una decina di giorni fa siamo andati in un dierenasiel (rifugio per animali) per tornare a casa con un gatto.
Da tempo parlavamo della possibilità di prendere un gatto, vista la nostra scarsa presenza a casa durante il giorno: ora che non abbiamo più padroni di casa intolleranti agli animali, possiamo sfogarci!
Così, dopo un’occhiata al sito, ci siamo diretti al rifugio con una gabbietta vuota.
Al ritorno, pesava almeno 4 chili in più e dentro c’era un bel gattone tutto nero, di 5 anni.
Abbiamo seguito alla lettera i consigli dati dal personale del rifugio, ma il gatto non ha toccato cibo ed è rimasto nascosto per quasi 2 giorni.
La seconda notte, con un’impresa diabolica, è riuscito a scappare dalla finestra (aperta solo nella parte superiore): non ce l’avrebbe fatta se avesse mangiato qualcosa, secondo me. A modo suo (con una pisciatina fatta al centro della lettiera), ci ha ringraziato di avergli pagato la cauzione per la libertà.
Scoperta la fuga, ci siamo attivati quanto possibile: abbiamo avvisato il rifugio (tutti i gatti hanno il chip di riconoscimento), stampato volantini con foto e dettagli e poi li abbiamo attaccati nelle vie limitrofe e intorno al parco vicino a casa.
Per ora abbiamo ricevuto un paio di segnalazioni di avvistamenti nei dintorni, l’abbiamo cercato in giro, ma nulla.
Continueremo ad aspettarlo, ma, visto il suo essere congenitamente selvatico, non credo lo rivedremo presto.
Chissà, forse più avanti, quando avrà bisogno di qualche cura, verrà portato da un veterinario che alla fine lo ricondurrà a noi.

|Aria|

Annunci

2 Risposte so far »

  1. 1

    ANNALISA said,

    questo blog è veramente interessante, e complimenti per la scelta di andare a vivere oltre questa Italia …ormai alla frutta!
    andrò a Rotterdam prossimamente,fa freddo??????
    un saluto
    Annalisa

    • 2

      Ste said,

      Grazie per i complimenti Annalisa!
      per quanto riguarda il freddo bisogna dire che quest’estate è stata davvero mite e non ci possiamo lamentare.
      Per il momento si sta ancora molto bene, mi raccomando di dare un’occhiata al meteo (weer.nl, weeronline.nl, ma anche siti non Dutch) pochi istanti prima di far la valigia: non si può mai dire!
      Buona visita allora!


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: