riaperture di primavera

Non nego che molte delle energie e dei pensieri siano in questo momento rivolti alla nuova casa, ai lavori che ci sono da fare, al trasloco che sta lentamente iniziando durante il primo weekend di primavera ufficiale, con addirittura 20 gradi, che qui solitamente si vedono solo in estate. C’è però qualche notizia curiosa da segnalare in questo lento avvio di primavera.

art-Rijksmuseum-620x349Sabato 13 è stato ufficialmente riaperto il Rijksmuseum, uno degli eventi più attesi del 2013 di Amsterdam, con la regina che ha fatto girare l’enorme chiave nella grande toppa appositamente predisposta su un tappeto arancio di fronte al museo, dando con quel gesto fuoco alle polveri. Fuochi d’artificio e giochi di fumo color rosso bianco e blu prima e arancione poi hanno dato il via all’atteso avvenimento, dopo 10 anni di chiusura per restauro. Un chilometro e mezzo di gallerie con i quadri dei migliori pittori fiamminghi. Immagino che sarà piuttosto affollato in questi giorni, 13.500 accessi il primo giorno di apertura al pubblico, quindi consiglio di dare un’occhiata a queste foto.

Con l’avvicinarsi del Giorno della Regina, crescono le discussioni sulla monarchia e sui suoi costi esorbitanti. Molti si chiedono se sia lecita nel 2013 in un paese così avanzato come l’Olanda e se non abbia senso invece ritornare alla tradizione repubblicana. E, soprattutto in tempi di crisi, sapere che quella olandese è la casa reale più spendacciona d’Europa, non può che far infastidire i sudditi. Da un recente sondaggio, sembra che il 45% degli olandesi vorrebbe la repubblica, sommando quelli convinti e quelli che non sarebbero contrari ad un cambio del genere. Interessante a riguardo l’articolo, in inglese, tratto dal Wall Street Journal, a questo link.
Se da un lato buona parte degli olandesi e anche parecchi turisti, non attendano altro che l’ultimo Giorno della Regina, che dal prossimo anno diverrà Giorno del Re, qualche grana alla celebrazione del nuovo Re è arrivata dagli ambientalisti.
Il 30 aprile, data scelta per l’incoronazione di Willem Alexander, era previsto il lancio di 150.000 palloncini per festeggiare il nuovo regnante. Troppi palloncini e troppo pericolosi per l’ambiente, secondo gli ambientalisti. Biodegradabili, a detta del sindaco di Amsterdam, che sembrava voler comunque procedere. Alla fine le pressioni di chi ha a cuore la natura, sono riuscite a far desistere il sindaco, accogliendo le obiezioni di chi protestava dicendo che sarebbe stato troppo lungo il tempo necessario alla completa distruzione dei palloncini, seppur biodegradabili, e perché uccelli migratori e altri animali avrebbero potuto correre inutili pericoli.

unicefjobsAltra novità dal paese dei tulipani, finalmente in fiore, è il rapporto Unicef sul benessere dei bambini nei 29 Paesi più ricchi del mondo. Cinque i fattori presi in considerazione e l’Olanda risulta essere il primo Paese tra i 29. Ha ottenuto ottenendo la prima posizione per benessere materiale, istruzione, comportamenti e rischi (rischi dovuti a comportamenti e abitudini sbagliate); il quinto posto per salute e sicurezza e quarta posizione per condizioni abitative e ambientali. Davvero niente male (le conferme fanno piacere soprattutto adesso che abbiamo comprato casa!). Spiacevole ma inevitabile un’occhiata alla ricerca dell’Italia e bisogna scorrere buona parte della classifica per trovare il Bel Paese al ventiduesimo posto. Per un approfondimento di questa ricerca, vi lascio il link diretto al documento, in italiano.

|Ste|

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: