In attesa della prima-vera casa

La primavera non è ancora iniziata: nonostante il sole che sta facendo da sfondo da almeno una settimana alle nostre giornate, le temperature rimangono vicine agli zero gradi, di notte anche di poco sotto. Le volte in cui il sole sarebbe sufficiente a scaldare abbastanza, il forte vento gelido impedisce di sentirne il calore.
Ho letto che questa è una primavera eccezionalmente fredda in tutta Europa, Italia compresa, la più fredda degli ultimi 50-60 anni.
Tra qualche giorno le temperature dovrebbero assestarsi sui 10°C, quindi, vento permettendo, potremo anche noi goderci un po’ di primavera.

Sarà ormai chiaro che siamo più che coinvolti nell’acquisto della casa, che però non è l’unica cosa necessaria a renderla vivibile.
Già, l’immobile è molto vecchio -inizio ‘900-, ma i precedenti proprietari l’hanno rinnovato ed ampliato nei più di 30 anni in cui ci hanno vissuto. Nonostante questo, ci sono dei lavori extra che devono essere fatti, oltre alla normale manutenzione richiesta dal tempo e dai nostri gusti.
La casa è piaciuta subito ad entrambi perché, avendo l’esposizione del giardino -la parte posteriore quindi- a sud, è molto luminosa.
Inoltre, la terza stanza da letto è l’unico spazio del secondo piano: dal primo piano una scala porta alla grande stanza, illuminata da finestre frontali su due lati, dove si trova anche un ripostiglio-sottotetto. Questa zona è stata costruita dai precedenti proprietari, quindi è relativamente recente.

Nonostante i 2 piani effettivi in cui si sviluppa la casa, le complessive 3 stanze da letto e le 2 stanze da bagno predisposte, c’è solo un water. Mi spiego meglio perché per chi non conosce le usanze olandesi, ci sarà qualcosa che non quadra.
Le tipiche case olandesi hanno 2 stanze da bagno separate, come nelle vecchie case triestine (retaggio dell’impero austro-ungarico, credo): una in cui si trova il water ed un piccolo lavandino ed una, più grande, in cui si trovano il lavandino e la doccia.
Il bidet non è un sanitario comune nei Paesi Bassi, né la vasca: spesso per questione di spazio, è più comune la doccia a pavimento, o con il piatto doccia rialzato.
Nella nostra ‘nuova’ casa, al piano terra si trova il piccolo bagno, mentre al 1° piano si trova il ‘grande’ bagno, sprovvisto di water, appunto. Dato che l’intera stanza è da rifare, stiamo valutando la possibilità di dare un tocco di ‘italianità’ e di metterci un water e un bidet; per l’installazione del primo stiamo riscontrando diverse difficoltà, perché in effetti quella stanza non è stata prevista per lo scarico di un water.
Ci sono poi una serie di lavori medio-piccoli, che potremo gestirci da soli, che vanno comunque fatti quanto prima, ma non sono urgenti quanto il bagno.

Prima della consegna delle chiavi (il giorno della firma del rogito dal notaio), non possiamo fare molto oltre che prendere le misure e fare qualche sopralluogo in accordo con l’agente dei venditori, quindi sto scatenando le mie capacità di organizzazione e gestione ‘concettuale’: una lista di lavori da fare -destinata, ahimé, ad allungarsi- e di cose da comprare; man mano che sarà più chiaro quali siano i lavori da fare e chi li possa fare e che cosa effettivamente ci sia da comprare e non possa essere recuperato, o spostato un po’ più avanti nel tempo, la lista si allungherà ma sarà più precisa. E avremo uno schema aggiornato delle spese e dei lavori fatti.
Immagino che possa sembrare il piano poco diabolico di una che non sta benissimo, ma le ragioni stanno nel contesto in cui si svolgerà il trasloco: abbiamo già allertato i nostri futuri vicini di casa e mio padre arriverà in soccorso con il suo camper-furgone, ma non abbiamo chiesto ferie sperando di risolvere tutto nei fine settimana. Inoltre, verso la fine di aprile sono previste ulteriori visite e non sarebbe troppo carino chiedere un aiuto al trasloco mentre si stanno godendo le ferie.. Rischiamo che poi non tornino più!

|Aria|

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    Stailuan said,

    Grandissimi, ottime novitá :)


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: