Non si dica che sono in ritardo

Credo di ripetermi nel dire che gli olandesi sono mediamente piuttosto attivi, nel senso letterale del termine: a loro piace andare in giro, mangiare fuori, improvvisarsi tuttofare in casa, scavare per nuove costruzioni, o per effettuare la manutenzione di quello che già c’è, … insomma a loro piace essere attivi, giorno e notte.
Magari la notte trovano più piacevole andare in giro per locali, dove ultimamente è di moda indire tornei di famosi giochi da tavolo sulla cultura generale con squadre di avventori/giocatori.
Amsterdam, come si sa, è una città a parte: c’è un fitto calendario di eventi per ogni stagione, anche notturna nel caso della Museumnacht (letteralmente, la notte dei musei). La prima domenica di novembre i musei cittadini sono aperti dalle 19 alle 02 e organizzano diverse attività appositamente per la nottata.

Tra Haarlem ed Amsterdam si trova un paesino di nome Halfweg (letteralmente, a mezza via), che si sviluppa a sud rispetto ai binari, paralleli alla strada che unisce le due città principali.
Fin dall’inizio del 2010 promuovevano la nuova stazione dei treni di Halfweg che, in effetti, fino a quel momento ne era sprovvisto; i cartelloni informativi datavano l’inaugurazione a giugno 2011.
Ci stupivamo di non vedere progredire i lavori, che all’inizio del 2011 continuavano ad essere fermi alla sola delimitazione del cantiere; in compenso avevano tolto la data dal cartellone informativo.
Dall’inizio di quest’anno i lavori sono cominciati visibilmente e sul cartellone è comparsa un’altra data di consegna: giugno 2012. Man mano che la primavera si avvicinava e i lavori progredivano speditamente, è risultato chiaro che nemmeno stavolta sarebbero stati rispettati i tempi di consegna; così, la data è stata nuovamente cancellata dal cartellone, ma non è stata sosituita con nessun’altra.
Analoga sorte è capitata alla linea nord-sud della metropolitana di Amsterdam. I lavori sono cominciati effettivamente ad aprile del 2003, dopo un’infinita discussione sulla reale fattibilità della mastodontica opera (si tratta di quasi 10 km di percorso, di cui più di 7 sotterranei). All’epoca la data di consegna era prefissata 8 anni più tardi, ma un paio di anni fa l’hanno posticipata al 2017.
Conoscendo la tipica puntualità olandese, immagino che qualcuno si stia mangiando le mani a causa di questi notevoli ritardi.

A mio avviso un po’ in ritardo, considerato lo stato mediamente evoluto dell’Olanda, hanno finalmente iniziato a predisporre i cassonetti sotterranei per la raccolta dell’immondizia anche qui ad Haarlem. Ora siamo ancora alla raccolta dei sacchi in strada, nel nostro quartiere il lunedì mattina: passa un camion con 2 o 3 baldi giovani (spesso ‘canterini’, così che anche i ritardatari abbiano un’ultima possibilità), che gettano i sacchi dentro alla parte posteriore del camion.
L’immondizia è indifferenziata, anche se stanno spuntando dei contentori pubblici per la raccolta della plastica. Per la carta ed il vetro ci sono già, invece, dei contenitori comuni appositi.
Altra stranezza: differenziare l’immondizia qui è una scelta facoltativa, non un’abitudine consolidata.

|Aria|

Annunci

3 Risposte so far »

  1. 1

    ANDREA said,

    Ogni volta che siamo stati in Olanda in effetti ci siamo stupiti non poco nel notare la mancanza di un sistema strutturato di raccolta differenziata.
    Qualche campeggio ha dei contenitori distinti (ma con poca scelta, al massimo carta, vetro, indifferenziata, quasi nessuno la plastica), ma la maggior parte no.
    In qualche paese si trova ogni tanto qualche contenitore ma è troppo raro (qualche volta ci siamo portati a casa le bottiglie di vetro o di plastica!!!)
    In questi frangenti una volta tanto ci sembra di venire da un paese molto più “civile”, visto che qui a Udine la differenziata è quasi un’arte (sulla strada ci sono contenitori distinti per indifferenziata, umido, carta, plastica/barattoli lamiera, vetro/alluminio, batterie, medicinali, erba/rami/foglie).

    Presso alcuni appositi centri di raccolta (denominati SEAP – Stazione Ecologica Attrezzata Polivalente) poi si può dividere veramente di tutto, ossia carta e cartone, plastica, vetro, alluminio, mobili usati, materassi, reti metalliche, ferraglie, elettrodomestici, lavatrici, frigoriferi, e apparecchi elettrici fuori uso (televisori, computer, fotocopiatrici), scarti dalla manutenzione di aree verdi, oli vegetali, inerti derivanti da piccoli lavori edili o riparazioni domestiche, lampade al neon, batterie al piombo, pneumatici, cartucce, toner / cartucce per fotocopiatrici o stampanti, olio lubrificante minerale, rifiuti domestici pericolosi (barattoli di vernice, solventi, diluenti) ed infiammabili, corrosivi, irritanti e tossico nocivi – vedi http://www.netaziendapulita.it/servizi/raccolta-seap.htm

    • 2

      Aria said,

      Caro Andrea, che entrata e che presentazione dell’iniziativa!
      Mi sono quasi persa nella lettura di tutte le differenziazioni che praticate!
      In Italia ero abituata alla raccolta differenziata -non così tanto come la vostra- e la percentuale della stessa era piuttosto alta; mi stupisco anch’io, quindi, dell’aspetto non ecosostenibile dell’Olanda.
      Dovrebbero pensarci, visto che i Paesi Bassi sono tra gli stati più inquinanti d’Europa. Hanno il vento e per ora non ci pensano troppo.

    • 3

      babboferro said,

      Caro Andrea, come ti capisco.

      Per la mia più che ventennale propensione sono stato nominato “differenziatore” di casa ad Haarlem; anche se credo sia effetto della mancanza di concorrenti.

      Ho scaricato un documento del Governo (96 pagine), dove si esaltano i progrressi della raccolta olandese; fatto sta che non ho trovato contenitori dela plastica fino ad alcuni mesi fa.

      Ti saprò dire.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: