Jazz ad Haarlem e dintorni

Pensavo che quest’estate avrei assistito all’ Haarlem Jazz Stad Festival, una rassegna musicale di qualche giorno che da qualche anno si tiene in estate in città.
Da una decina di giorni avevo notato un cartellone pubblicitario sulla via del treno, che però proponeva un nome similare ma differente. Mi sono incuriosita e dal sito ho scoperto che la manifestazione originaria non si svolgerà quest’anno a causa dell’assenza di sponsor; lo stesso comunicato promuoveva, in compenso, una rassegna jazz organizzata da un gruppo di commercianti, Haarlem Jazz&more. La durata è inferiore al consueto e forse il programma non sarà ricco come nelle precedenti edizioni, ma mi sembra apprezzabile che abbiano cercato di mantenere una delle belle e rinomate manifestazioni della città.

Essendo piuttosto interessata alla politica italiana, ho seguito gli avvenimenti del dicembre scorso (le dimissioni dell’ex presidente del Consiglio e la nomina dell’attuale) con attenzione e partecipazione.
Poi penso che qui, nei Paesi Bassi, siamo senza Governo da quasi 2 mesi e lo rimarremo fino almeno al 12 settembre, giorno delle elezioni. La cosa ‘straordinaria’ è che l’assenza del Governo non è visto come un problema nazionale; è la naturale conseguenza di una crisi politica e non ha ricadute sulla vita quotidiana dei cittadini.
Per inciso ma cosa alquanto bizzarra, Ste ed io – regolarmente iscritti all’AIRE, passando attraverso i rispettivi Comuni di precedente residenza – riceviamo ancora gli inviti a votare per le elezioni comunali italiane.
Ovviamente riceviamo anche gli inviti per le elezioni del Comune di Haarlem, mentre invece (giustamente) non possiamo ancora votare alle politiche nazionali olandesi.

Sono contenta dell’esito della seduta comunale di Milano di qualche giorno fa: a fianco del registro dei matrimoni comparirà quello delle unioni civili. È una notizia toccante quanto una piantina che germoglia dal seme, peccato che sia una sola piantina!
Nei Paesi Bassi esistono le unioni civili dal 1998; hanno gli stessi diritti delle coppie sposate. Dal 2001 le unioni sono considerate matrimoni a tutti gli effetti, mentre già prima, dal 1999, per il partner è possibile adottare il figlio dell’altro partner.

|Aria|

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    Haarlem Jazz said,

    Thanks for your blog about and support for Haarlem Jazz and More. We are local entrepreneurs trying very hard to keep the jazz festival in Haarlem running. Hope to see you there from August 16 till 18!

    Best,
    Haarlem Jazz and More


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: