bilanci di fine estate (meteo e non)

A detta degli addetti ai lavori l’estate meteorologica qui finisce il 31 agosto anche se, ad essere onesti e obiettivi, quest’anno l’estate non ha mai attecchito da queste parti. Una primavera niente male, bisogna dire, che si è protratta per qualche tempo anche nei mesi che dovrebbero essere estivi. Aprile, maggio e giugno non sono stati malaccio, ma luglio e agosto hanno portato più nuvole che sole.
Non volevo passare per il classico meridionale che si lamenta per le tiepidi estati del nord, quindi mi sono documentato sui quotidiani a proposito della stagione particolarmente fuori dal comune appena conclusasi.
I meteorologi olandesi usano due termini per descrivere i giorni e quindi per dare un’analisi di quella che, per antonomasia, dovrebbe essere la bella stagione: giorni estivi e giorni tropicali. I primi sono le giornate in cui la temperatura supera i 25°C, i secondi invece quelli in cui il termometro tocca e supera i 30°C.
Stabilito il metro di giudizio, si sappia che questa estate abbiamo totalizzato 7 giorni estivi e 2 giorni tropicali (uno dei due di appena 30,2 °C). Non che gli altri anni si corresse il rischio di insolazioni ma, statistiche alla mano, il termometro di solito arrivava nella zona calda almeno il triplo di quanto avvenuto nei mesi appena trascorsi.
E le ore in cui il sole è riuscito a palesarsi distintamente sono state ben il 30% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e di due anni fa. Ed è un problema se manca il sole, che dovrebbe asciugare le ossa degli olandesi e prepararle al successivo periodo autunno-invernale, quando di certo non mancherà l’acqua (liscia o ghiacciata).

Non mi perdo d’animo e consulto le previsioni del tempo nel nordest italiano perché a breve volerò verso casa, in quel nord che negli anni è diventato molto più sud di quanto potessi aver mai pensato: si prevedono 29 gradi e 10-11 ore di sole al giorno. Mi sa che dovrò far lì le provviste di sole per l’inverno.
Anche l’Italia, come la Spagna di cui scrivevo nel mio post precedente, rimane un ottimo posto per andare in vacanza. Ma la mia continua e forse eccessiva conoscenza della situazione politica ed economica italiana continua a tenermi a debita distanza dal pantano in cui galleggiano a fatica Stato e istituzioni.
Mentre una classe governante che andrebbe sostituita per intero continua a far danni e a non dare nemmeno l’idea di giustizia sociale, per poi togliere ogni dubbio con una nuova legge Finanziaria: quella appena partorita alza l’IVA di un altro punto, per essere sicuri di tassare fino all’ultimo dei nullatenenti, e mette una ridicola tassa sui super ricchi, in realtà su quei pochi che avranno l’onestà di dichiararsi tali. E questo meraviglioso testo è arrivato alla quarta versione, partendo da un altrettanto meraviglioso prospetto (con tanti fiocchetti), da far vedere alla Comunità Europea, e arrivando oggi ad una soluzione mediocre che sembra fatta da dilettanti, anziché da persone che vivono da decenni dentro le stanze del potere.
Vi risparmio il mio pensiero sul Giro di Padania (scopro con stupore misto a gaudio che il correttore ortografico di Google Chrome non riconosce la parola padania) e gli organizzatori di questa, ennesima, cialtronata.

Nemmeno qui in Olanda sono rose e fiori, i tempi sono cambiati e stanno ancora cambiando (spesso non trovandoci d’accordo) e Wilders è talvolta pure più ridicolo di Bossi, ma la sensazione che abbiamo qui rimane quella di abitare un posto più credibile, più a misura d’uomo e contemporaneamente più solido nella tempesta finanziaria che scuote l’Europa e il mondo in questi ultimi anni, oramai lustri.

|Ste|

Annunci

4 Risposte so far »

  1. 1

    Auro said,

    Le tue ultime 6 righe mi rinfrancano un pò…Iniziavo a temere che lasciare l’italia (volutamente minuscola) per l’NL, alla fin fine non fosse quel gran cambiamento che cerchiamo, ma come mi dicono in molti e mi confermate voi non è così. In realtà è sufficente girare in NL per rendersi conto che la realtà rispetto all’italia è ben differente. Notevole la posizione ultima dell’Olanda di pretendere un commissario sui debiti dei paesi UE. Come dire “se non sei a posto, fuori!”.
    Anche perchè nei 4 giorni di Olanda fatti ad agosto ci siamo mossi per iniziare a vedere delle case dal vivo e capire il mercato immobiliare di persona e non solo da casa su funda.nl. Mi sono già anche mosso per opportunità di lavoro, che se dovessero mai concretizzarsi, portebbero accelerare la nostra dipartita! Byeeee!
    Auro

  2. 2

    babboferro said,

    Caro Ste, la tassa sui super ricchi non ci tocca; l’IVA al 21%, sicuramente di più, ma c’è un particolare ulteriormente grottesco.

    Già ad Aprile (se non sbaglio) era stata approvata un’imposta di “solidarietà”: precisamente del 5%per i redditi sopra i 90,000 EUR (lordi) all’anno, che saliva al 10% su quelli superiori ai 150,000. Si parla solo dei ricchi onesti – naturalmente -, e non delle amabili vecchine che possiedono (a loro insaputa) panfili e superauto. A questa imposta se ne è aggiunta quella che tu citi nel post (3% sui redditi dichiarati sopra i 300,000 EUR). Quindi chi guadagna più di 300,000 EUR paga sia la prima che la seconda. Comunque sempre sulla quota eccedente, tengo a precisare.

    E vabbe’: non molto da commentare, salvo l’inutile farraginosità della norma in caso di (probabili) contestazioni. Chi più ha più deve dare.

    Il paradosso è questo: il 3% sul reddito superiore ai 300,000 EUR è DETRAIBILE (!!!). Quindi oggi versano all’erario, e l’anno prossimo se ne riprendono la gran parte (viste le aliquote). Ed infine – ciliegina sulla torta – niente più “manette agli evasori”, purchè non evadano troppo!

  3. 3

    punka said,

    ciao ragazzi, vi ho scoperti per caso da quando ho deciso di partire come au pair per haarlem! ieri sono arrivata qui e ci starò sino al 15 per una prova! chissà che non abbia visto la vostra casa o non vi abbia incontrati per strada!?
    spero di riuscire nel mio intento, come ci siete riusciti voi!
    baci e complimenti per il blog!

  4. 4

    Olandesina inside said,

    Ciao,concorso su ogni cosa,ormai io non riesco più nemmeno a leggere il giornale o guardare le notizie in TV,provo un gran senso di nausea e di tristezza,ormai questa Italia mi opprime…
    Sono una 35enne precaria senza più fiducia nel futuro..innamorata dell’Olanda
    e ormai non ho più dubbi sul mio desiderio di trasferirmi…


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: