Nederlandse chocoladebroodjes

[Panini al cioccolato neerlandesi]

Bisogna dirlo, bisogna essere onesti.
Dopo quasi 2 anni di ricerche in diversi supermercati, sopralluoghi in qualche casa, e dopo diverse chiacchierate con olandesi, posso sostenere che questo popolo non è solito all’uso di biscotti e merendine; altra questione per le fette biscottate e per i cereali, che si trovano di ogni misura e tipo.
La colazione tipica olandese è composta di altro: pane a fette con formaggio spalmabile, yogurt, brioches con prosciutto e formaggio, saccottini al cioccolato (chiamati appunto chocoladebroodjes), o alle erbe, cereali, latte, litri di caffé (all’olandese), o té, spremute di arancia e succhi ‘veri’ di frutta mista; qualcuno usa anche l’uovo, ma non so bene se e come venga cucinato.
Lo spuntino di metà mattina è generalmente salato e aggiunge agli alimenti sopraelencati panini al formaggio e/o prosciutto.
Non sono previsti né biscotti né merendine. Che tristezza!!
Credo che qualunque bambino italiano degli ultimi 30-40 anni (forse potrei anche azzardare di più..), ricordi almeno una merendina che ha accompagnato la sua infanzia, la colazione, o l’intervallo a scuola, o la merenda del pomeriggio.
E ci sono almeno 5 o 6 tipi di merendina diversa che mi vengono in mente. Bei ricordi..
Per non parlare dei biscotti, della varietà di tipi, di ripieni, di accostamenti.. Ricordo con nostalgia anche i biscotti più semplici.. Qui, i meno complessi, sono al burro.. si potrebbe pensare che questo ingrediente, insieme alla panna, sia tra i più presenti nella dieta olandese: è così. Non me ne vogliano, ma ho trovato entrambi gli ingredienti, sia nei cibi dolci che salati, troppe volte per non poterlo dire.

Per fortuna io ho a casa Chef-Ste, che è molto meglio di qualunque cuoco olandese si possa trovare.
Avendo terminato la scorta di biscotti di nonna Ferdy (inimitabili, deliziosi.. grazie ancora!!) e le merendine portate dall’Italia, Chef-Ste ha deciso di cimentarsi nella creazione dal nulla dei panini al cioccolato; ha sciolto il cioccolato, (con quello che io non sono riuscita a rubare) ne ha fatto delle gocce, che poi ha aggiunto all’impasto dei panini.
Non vi dico che squisitezza è uscita dal forno!!
Certo che però non posso pensare che Chef-Ste si occupi di tutte le colazioni, sono anche una commensale soddisfacente.. Intanto ne approfitto per manifestargli nuovamente tutto il mio gaudio e la soddisfazione per aver assaggiato quegli squisiti panini al cioccolato.
E ricordo la mia costante disponibilità ad essere la ‘cavia per l’assaggio’.

|Aria|

Annunci

5 Risposte so far »

  1. 1

    auro said,

    Avete già provato quella torta giallognola che non costa neppure molto (tipo un euro a confezione) a forma di parallelepipedo che da qualche parte chiamano Oma’s cake? Mi sa che pure quella sia a base di burro ma quando veniamo su è la cosa migliore che abbiamo trovato per colazione! Tra l’altro non so se sia una novità ma ho visto la NUTELLA in diversi supermercati!
    Ciaoo!
    Auro

    • 2

      Aria said,

      Abbiamo testato diversi cibi.. anche la Oma’s cake (letteralmente, torta della nonna); non male, ma il burro la fa da padrone!! Della stessa categoria è risultata più buona la Marmoer cake (torta marmorizzata).
      Se poi piace il genere ‘un po’ unto’, sono ottimi i Luikse Wafel, d’importazione belga: dei dolci semplici, composti di pastella (simile a quella per le crepes) cotta in una piastra doppia a quadrettoni in rilievo. Di solito vengono serviti con zucchero a velo e panna, ma anche imbevuti nel cioccolato.
      E ormai la Ferrero si è allargata: trovi anche le varie merendine fresche nei banchi-frigo.

      • 3

        Auro said,

        A me quei wafer non fanno proprio impazzire! Invece mi piacciono molto gli stroopwafer, quelli rotondi che vendono anche nei mercati, caldi, che appena li metti in verticale ti “caramelli” tutti i vestiti! O i pofferties, quei mini pasticcini che vendono +/- 10 alla volta con zucchero a velo e immancabile pezzetto di burro….Dai, sui dolci non sono male! Appoggio il principio di adattarsi al cibo locale! Ciao
        Auro

  2. 4

    lyllyput said,

    La soluzione è una sola e si chiama MACRO. Non che troverete le merendine del Mulino Bianco, no… mi spiace, ma troverete una scelta più vasta di biscotti e merendine di altri brand:

    http://www.metro-mcc.nl/body.asp

    Oppure

    http://www.novitalia.nl/webshop/index.php

    Ecco qui ci sono anche le merendine del mulino bianco, gli abbracci, i flauti, le macine, i plasmon, la girella………………….

    • 5

      Aria said,

      Grazie delle dritte, Lyllyput.
      Ad onor del vero, devo dire che Ste ed io siamo dell’idea che ci si debba ‘adeguare’ al posto in cui si vive, soprattutto se lo si è scelto (come nel nostro caso).
      Ci siamo abituati quindi anche ai dolci olandesi.. direi anzi che apprezziamo (vedi sopra)..


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: