di rientri e propositi..

Col ritardo che mi contraddistingue oramai da decenni, voglio anch’io farvi i miei migliori auguri per questo nuovo anno appena iniziato. Salute e felicità sono le uniche cose che vi auguro, mi concentro sulle uniche veramente importanti per non diluire l’effetto dell’augurio.

Da quasi una settimana abbiamo fatto rientro nella nostra piccola ma accogliente casetta di Haarlem e non vi ho ancora raccontato quello che abbiamo trovato al nostro rientro: durante la nostra assenza natalizia, qualcuno doveva aver celebrato una festa; se un cenone di Natale o il veglione di Capodanno non è stato possibile determinare con certezza.
Non qualche allegro squatter olandese, ma quella che io e Aria abbiamo chiamato “la combriccola dello stronzo topo”. Si poteva infatti riconoscere e ricostruire le allegre peregrinazioni dei roditori unendo le cacchette come si faceva con i punti numerati della Settimana Enigmistica. Non c’era sicuramente cibo in giro per casa e la dispensa è sempre inaccessibile, così devono aver atteso la mezzanotte con del cibo portato da altrove, attorno alle piantine poste sul davanzale, il posto più amato in nostra assenza, vista la concentrazione di “droppings” (dall’inglese to drop, sganciare..). Da lì era forse possibile scorgere uno scorcio di cielo tracciato dai fuochi d’artificio sparati per salutare il nuovo anno. Non avendo visto tracce di roditori da settembre alla fine dell’anno, pensavamo che avessero cambiato casa, invece hanno dimostrato una volta in più che quando il gatto non c’è, è tempo di ballare.
Quindi estendo gli auguri anche allo stronzo topo (speriamo sempre che sia uno solo, in fondo..), a lui auguro però di venir preso in trappola, oppure gli auguro di non farsi vedere, poiché l’acquisto della trappola fulmina topi (contributo video) è stato solo rinviato.
Del rientro non ho molto altro da raccontarvi, se non confermarvi il mio sleeping tour in nord Italia e in Europa già segnalatovi da Aria nel post precedente, affermando che potrei creare una specie di guida Michelin dedicata ai mezzi pubblici, con particolare attenzione alla qualità del sonno, con tutti i consigli per sfruttare al meglio le superfici orizzontali e verticali dei vari veicoli. Il titolo potrebbe essere “Sonni pubblici: Tour d’Europa a occhi chiusi“.

Dei propositi per l’anno appena iniziato posso citarvi l’olandese e una stanza in più.
Il 2011 deve essere l’anno dell’olandese. Sì, perché quest’anno parte con una certa tranquillità dal punto di vista lavorativo e con molte cose sistemate, poi tra meno di una settimana riceveremo la chiamata per un’intervista telefonica atta a determinare il nostro livello di partenza e ad inserirci nel corso più adatto, che inizieremo a breve. Sarà il secondo corso di olandese, dopo quello fatto a pochi mesi dal nostro arrivo qui. Questo è forse un po’ più breve, ma più serio e, a differenza dell’altro, sarà riconosciuto da un attestato.

Per quel che riguarda la stanza in più, siamo alla ricerca di un appartamento un po’ più grande, probabilmente nella ormai nostra Haarlem, una stanza in più per poter accogliere qualche ospite senza doverlo scavalcare per andare in cucina.

Di nuovo, un felice anno a tutti, gelukkig nieuwjaar!

|Ste|

Annunci

8 Risposte so far »

  1. 1

    chiara said,

    sei un geniaccio cug………..tu i sonni pubblici e anche lo stronzo topo che vi ha fatto pensare per mesi che se ne era andato …. e poi……………. è troppo bello leggere quello che scrivi….. un struk

  2. 2

    manu said,

    La “malattia del sonno facile” è un problema ereditario. Preso dalla madre ….
    Ma siamo belli anche per questo!
    Baci

  3. 3

    lyllyput said,

    Ahhhh… lo stronzo topo. Beh, noi, per la prima volta in due anni, ne abbiamo preso uno con la trappola collosa… non e’ bello ne’ animalista ma dopo due notti insonni, cagatelle everywhere e un mestolo di elgno mangiato, ma che dico mangiato, divorato… non abbiamo avuto scelta. Fini’ cosi’ l’avventura dl nostro topo stronzo…

    • 4

      Aria said,

      Ah ah, beccati!! Se siete arrivati ad usare la colla significa che siete degli intenditori e che il topo vi aveva proprio sfinito!! Credo che una delle loro qualità sia proprio la tenacia.
      A parte che non avrei il fegato di vedere e trattare un topo (né morto né vivo), ma mi hanno detto che in Olanda la colla è ormai illegale.
      Certo, la soluzione felina rimane la migliore.. per cortesia, lo dite voi al padrone di casa, che non ce lo permette?

      • 5

        lyllyput said,

        Davvero la colla è illegale? Che dire… ce l’ha portata un disinfestatore di topi e parassiti vari che abbiamo chiamat, in quanto davvero non si riusciva a prenderlo il topo! Anche il GGD (sorta di ufficio di igiene olandese) ha consigliato la trappola con colla… mah! Spero comunque che sia fintia la nostra avventura con i topolini…!

  4. 6

    babboferro said,

    Eppure questo topo in Olanda mi intenerisce.

    Per quanto ne sappiamo i topi non hanno bisogno di lavorare, quindi non emigrano volontariamente nei paesi dove si trovano poi a vivere. Nascono lì.

    Un topo napoletano non andrà mai in Olanda, con tutto il ben di dio che si ritrova nelle strade e con il clima mite che c’è. Vuoi mettere un bel tuffo nella fogna tiepida e puzzolente di Napoli, altro che un gelido e pulito canale olandese!

    Perfino in Friuli-Venezia Giulia se la passano meglio: spiagge sabbiose abbandonate ed un sacco di gente maleducata che butta avanzi dove capita. Una meraviglia!

    Quindi compiango i topi olandesi: perfino il capodanno da soli! Mi sa che per il prossimo mi armerò di pezzetti di formaggio per consolarli. Con Juno, ovviamente.

  5. 7

    Auro said,

    Auguroni anche a voi! Spero proprio che il 2011 sia il vostro anno per tutti i propositi che vi siete fissati! Poi se arriva anche il papà cambia la musica!!!
    Noi siamo rientrati, onestamente piuttosto demotivati, sapete bene che le cose quaggiù non vanno per le migliori…lavorando duro si riesce a vivere, diciamo senza accumulare ulteriori debiti a quelli già presenti. Mio figlio che ha 17 anni ha espresso l’intenzione (da verificare più avanti) di finire le superiori e fare l’università in NL. Quindi diciamo che ci siamo dati un paio di anni per capire cosa fare. Intanto quest’anno sono riuscito ad approfondire un mio eventuale inserimento lavorativo, capendo meglio come funziona in NL il mio settore, e confrontandomi con amici che già sono nel settore, pare ci sia pure richiesta di tecnici specializzati! Il mio proposito è quello di mettermi DAVVERO a studiare l’olandese per non dovermi di colpo trovarmi in troppa difficoltà. Poi cercheremo di venire su a Pasqua e prendere in mezzo la festa della Regina…che magari ci si incontri? Ciao
    Auro

    • 8

      italiaolanda said,

      E bravo il pargolo filo olandese, quanto il padre che ha ben seminato! :)
      In effetti se riesci ad imparare la lingua prima di venire qui per stabilirti, hai già risolto metà dei problemi! Sono contento che passiate da queste parti, tanto più per immergervi in quella pacifica e festante marea arancione che rinasce ogni anno il 30 aprile. In quei giorni avrò visite di amici italiani che passano a trovare me e la Regina, ma se ci mettiamo d’accordo quando partite e ci scambiamo i numeri di telefono, possiamo sicuramente vederci per un caffè!
      Grazie, a presto!
      Ste


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: