La sfortuna della piccola Gazelle

Non può essere tutto perfetto, si sa, questa caratteristica non fa parte né degli esseri umani, né del mondo che abitano.

L’Olanda, o meglio quella parte dello stato che sto vivendo, mi ha dato e continua a dare molte piacevoli scoperte: la gentilezza delle persone, la comodità di servizi pubblici organizzati, di piste ciclabili ordinate e pulite, la pochissima presenza di microcriminalità, …
Il neo c’è e l’ho provato sulla mia pelle, anzi sulla mia bici.

Poco più di un anno fa, appena sistemati ad Haarlem, Ste ci regalò una bicicletta ciascuno: il suo Locomotief e la mia Gazelle.
Cosa ne fu del Locomotief ormai appartiene alla storia di questo blog, anche se voci di corridoio ventilano una nuova destinazione d’uso per la coraggiosa bici.
La mia Gazelle, nonostante la non più giovane età ed i molteplici proprietari precedenti, si è comportata molto dignitosamente e ha superato bene dure prove e qualche passaggio dal meccanico per acciacchi dovuti all’età e all’uso.
L’anno scorso si ruppe il lucchetto della ruota (conoscete già la storia, Lo stupido vorrebbe anche la (mia) bici, 11/12/2009) e via con tutte le conseguenze del caso; poi un mese fa sventammo il furto della Gazelle, ad opera di 3 ragazzini olandesi che, vista la nostra tranquillità e la nostra presenza, poi se ne andarono, lasciandomi di nuovo con un lucchetto rotto.

Ora siamo all’ultimo capitolo, forse il più bizzarro. Qualche giorno fa, sempre al ritorno dal lavoro (sicuramente la stazione non è il posto migliore dove parcheggiare le bici, ma è quello il posto da cui parto ed in cui ritorno), ho avuto l’amarissima sorpresa di trovare la mia Gazelle senza il pedale sinistro. C’era l’asta che regge il pedale, ma questo no.
Qualcuno si è preso la briga (con la chiave adatta) di stare almeno qualche minuto a trafficare per svitare il pedale dalla sua sistemazione e me l’ha rubato.
In un momento solo mi sono tornati alla mente degli insulti italiani molto coloriti e sono tornata a casa sbuffando come un torello.

Fortuna che ho in casa il tuttofare-Ste. Abbiamo comprato il pedale e lui l’ha montato in pochi secondi!!
Il che mi fa pensare che sarà altrettanto facile per una mano esperta rubarmelo di nuovo..

|Aria|

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: