Le figurine universali

Quand’ero in età scolare c’erano dei compagni di classe che impazzivano per le figurine dei calciatori. Se non ricordo male, le attaccavano sugli album della squadra di appartenenza dei calciatori (perché allora i contratti duravano più di qualche mese o anno) e si instaurava una specie di sfida tra ragazzini per il primo che riusciva a completare il raccoglitore della squadra preferita.
Le bambine preferivano altri soggetti per le figurine: i cartoni animati, gli animali.
Ricordo che le figurine si compravano in edicola a pacchetti da 5; ricordo la delusione che colpiva indistintamente maschi e femmine quando in un pacchetto si trovavano solo doppioni e quindi iniziavano le trattative di scambio con chi aveva proprio le mancanti dell’altro e viceversa.

Sono passati molti anni, sono in un’altra parte del mondo, ma ho visto che esistono ancora le figurine e la stessa smaniosa voglia dei ragazzini di collezionarne la maggior quantità possibile. Qui, al supermercato assieme ad un totale di spesa, consegnano delle figurine di calciatori (probabilmente di squadre olandesi) che sono una specie di ossessione per i ragazzini (tutti maschi) al punto che ti fermano appena esci dal supermercato e ti chiedono le figurine che ti hanno appena dato. Dopo aver capito che cosa volessero questi ragazzini, abbiamo escogitato qualche piano di lieve guadagno da vendita diretta e trasparente, ma poi abbiamo coscienziosamente abbandonato questi pensieri.
La nostra sorpresa quando, arrivati al supermercato, abbiamo visto che sono stati messi degli appositi delimitatori/corrimano dietro cui si posizionano i ragazzi che chiedono le figurine. Inoltre sui corrimano sono appesi degli striscioni che invitano a donare le figurine ricevute dalla spesa. Va bene la creatività ma sembra un po’ eccessivo.

Sono passati 20-25 anni e le figurine dei calciatori continuano ad avere moltissimi ammiratori, dovunque nel mondo, disposti quasi a tutto per ottenere l’adesivo mancante con mezzi sempre più avanzati e creativi.

|Aria|

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    babboferro said,

    Viva la spontaneità! Verrebbe dire di questi nordeuropei che organizzano tutto in box, corsie e file con tanto di cartelli e avvisi tipo: “questi non sono da mangiare”, scritto su una scatola di costruzioni per bambini (che non sanno ancora leggere, ovviamente).
    Daltra parte c’è anche da dire che a me è capitato, fuori dal supermercato (in Olanda), di trovare un bambino che mi chiedeva qualcosa. Non parlava inglese, così non ho capito. Un cartello mi sarebbe stato d’aiuto e mi avrebbe risparmiato il rimorso provato tornando a casa. Mi sono consolato regalando le figurine a Ste, che ha fatto subito festa (noi maschietti restiamo sempre bambinoni, nel bene e nel male).

    Io ho sempre puntato sulle grandi imprese, anche da bambino. Non le ho (quasi) mai portate a buon fine nè allora nè in seguito, ad onor del vero.
    Comunque, dopo una collezione di figurine di armi (sic!) di tutti i tempi, che sono riuscito a concludere con l’ “Enola gay” che bombardò Hiroshima (attenti ai bambinoni armati!), ho puntato più in alto.
    Ho iniziato (e non finito) infatti una complicatissima collezione (se non ricordo male scene di famosi cartoni animati). Complicatissima perchè ogni scena era composta da più figurine. Come un puzzle. Un’impresa titanica, decisamente al di sopra delle mie forze e della misera paghetta.

    Ricordo che ad un certo punto – per disperazione – tentai di riprodurre i pezzi mancanti delle scene con i pennarelli. Dovetti arrendermi: per il disegno sono sempre stato negato.

    Non mi pare che in Italia i supermercati regalino figurine. Ma il tempo non mi manca e la faccia tosta nemmeno. Appena venissi a sapere di qualche iniziativa del genere, mi piazzo all’uscita del supermercato con il cartello. Approfittando beceramente dello schermo dei ragazzini, magari mi faccio qualche bell’album.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: