e Sole fu…

Kenaupark e i pattinatori abusivi

Kenaupark e i pattinatori abusivi

Ora sarà più facile godersi il tenue colore della mattina che illumina la neve come una grande luce di Wood. Affrontare la vita qui con più leggerezza senza dover ogni giorno pensare all’agenzia interinale che ultimamente  si era fatta sempre più assente, per sparire del tutto assieme al 2009. Il golf mi ha abbandonato per l’inverno dopo avermi promesso un contratto a marzo, pronto pronto per il disgelo.

Neve su ogni cosa, calma piatta.

Qualche giorno fa il grande momento è arrivato, un’occasione seria per mettermi alla prova e per dare una svolta alla mia esperienza lavorativa. Ho trovato sulla mia strada un posto vacante da un giorno all’altro, il curriculum al posto giusto nel momento giusto e un imprenditore disposto a scommettere su una persona più motivata che esperta. Il settore è molto interessante, quello del fotovoltaico, l’azienda è sul nascere e sarà ancora più interessante e coinvolgente seguirne l’evoluzione dal principio. Se poi aggiungo che il capo parla italiano e lavora prevalentemente con l’Italia, e concludo dicendo che la mia scrivania si trova a un paio di metri da quella di Aria, capirete che il tutto assume ancor più valore.

Così ogni mattina prendiamo un treno diretto ad Amsterdam centraal, e facciamo parte dei pendolari di questa meravigliosa città. Spesso c’è gente che corre in stazione, da un binario all’altro o dal treno all’autobus nel piazzale antistante A’dam centraal. Anche i bus sono pieni, sono le nove e mezza di mattina e i mezzi si dispongono nelle corsie a loro riservate, si fermano pochi metri prima della fermata per tornare leggeri prima di far salire noi e chi dalla stazione parte verso il lavoro. In poco più di dieci minuti arriviamo alla fermata giusta, un bip avvisa che la chipkaart ha registrato il nostro check out dal bus. Una passeggiata di qualche minuto, in questi giorni sulla neve che molto lentamente si scioglie, e siamo ai piedi dell’enorme palazzo in cui lavoriamo.

Mentre scrivo lavoro lì da neanche una settimana e posso dire che l’ambiente è molto frenetico, sebbene casalingo, e non ne capisco ancora molto. Pian piano vedo però la nebbia diradarsi e la curiosità crescere, la voglia di imparare vince sulla atavica repulsione per il lavoro. Non mi era mai successo e ne sono molto felice.

|Ste|

Annunci

7 Risposte so far »

  1. 1

    anna said,

    Felice! Questa è la sola parola che mi viene spontanea in mente dopo aver letto questa pagina, sono veramente felice per voi ragazzi. Vedete le cose girano anche quando pansiamo che a girare siano solo un paio di…..
    Avete veramente fatto tanto in soli 11 mesi, continuate così che andate alla grande.

    • 2

      italiaolanda said,

      Grazie mille per il supporto che ci hai dato in questi 11 mesi. Chissà che non sia stato proprio questo contatto italo olandese ad averci portato la “tReciproca” fortuna che ci ha aiutato a dare una svolta alle nostre tre carriere lavorative.
      Di conseguenza, anche tu continua così!! ;)

  2. 3

    babboferro said,

    Amato Ste,

    qualche giorno fa avevo detto ad Aria che entro la metà di quest’anno anche tu avresti avuto un’idea di quello che l’Olanda avrebbe potuto offrirti veramente.
    Per fortuna la mia previsione è stata accellerata. In un paese così una persona capace si fa valere, al di là del CV e (soprattutto) delle raccomandazioni: è uno degli importanti vantaggi che offre. Felice che ti sia capitato. Vanitosamente, visto che me lo aspettavo così presto.

    Adesso siete in due: spero che non vi annoiate a stare insieme tutto il giorno con lo stesso padrone e che non facciate fronte comune (puzzerebbe di rivoluzione), ma ci sono ovviamente pro e contro.
    Per l’affetto e, soprattutto, per la stima che ho per voi la cosa non mi preoccupa più di tanto. Confido che troverete le soluzioni più adeguate.

    Forse è prematuro dirlo, ma adesso potete probabilmente cominciare a pensare ad UNA VITA IN OLANDA (i caratteri maiuscoli sono meno drammatici di quello che appaiono, visto che non so come scrivere i caratteri sottolineati e/o in corsivo o colore). Voglio dire che, con tutte le cautele del caso, avete entrambe la visione probabile di quello che può essere la vostra vita lassù: il vostro rapporto, la casa, il lavoro. Probabilmente sarà così anche in futuro, anche se cambierete casa e lavoro.
    Qualche cosa in più, qualche cosa in meno. Vi vorremo bene sempre e comunque, sicuramente. Lo sapete. Non è questo il punto.

    Il punto è, per quanto mi riguarda (non voglio coinvolgere Manu), sapere come vedete la vostra vita in un futuro non immediato.

    Mi sono appena reso conto di aver detto una baggianata. Avete visto il genitore (cioè io) perdersi per strade diverse: sogni e storie improbabili.
    Adesso la stessa persona vi chiede di definire i vostri progetti.

    Vi chiedo scusa. Non voglio sapere nulla. Ho qualche risorsa per voi. Se fra un po’ di tempo vi viene un’idea per utilizzarla ditemelo. E’ vostra.

    P.S.: Naturalmente scrivo tutto ciò solo ai fini del dibattito.

    • 4

      italiaolanda said,

      Sei sempre fantastico e lo sappiamo entrambi benissimo, Grazie.
      Purtroppo non sono in grado di fare oggi le previsioni per un futuro a lungo termine, ma sono felicissimo per ciò che questa occasione lavorativa significa per me. Prendo il meglio e mi sento a posto con la coscienza se, arrivato a questo punto, mi concedo un po’ di tempo per mettere a fuoco la realtà con un peso in meno (assicurarsi un’entrata) e una carta in più (un lavoro “serio”). E’ il momento meno indicato per darti una qualsivoglia previsione circa il futuro, sicuramente sento la voglia di imparare e la consapevolezza di qualcosa di costruttivo, il cui profilo economico conta meno dell’evoluzione personale. I grandi dilemmi della vita non vengono sicuramente risolti da un nuovo lavoro, le nostre famiglie e gli affetti rimangono a più di mille chilometri da noi. Il destino però ci ha dato quest’occasione proprio qui, e i grandi dilemmi possono ancora aspettare.

      Poi se trovassimo una risposta facile subito…dove andrebbe la suspense del blog? Un abbraccio fortissimo!

  3. 5

    babboferro said,

    errata corrige: NON me lo aspettavo così presto

  4. 6

    Luca, Manu & 8 said,

    Oilà Carissimi i nostri due eroi Olandesini!??! State bene? Ancora infreddoliti? Dalle foto che ogni tanto compaiono sul vostro fantastico Blog si direbbe di sì, ma forse oramai vi siete abituati al clima quasi nordico della Vostra Olanda e quindi girate in magliettina e maglioncino anche in queste giornate invernali..
    Noi qui in Isola stiamo bene. Io [Luca] sto lavorando da oramai due settimane per questa produzione americana che girerà un film qui a Venezia, mentre Manu sta studiando per gli esami universitari oramai alla porte [uno domani mattina]. 8 come sempre si fa la bella vita qui a casa e durante il giorno non fa altro che trascinarsi da una copertina all’altra.

    Allora Ste hai trovato lavoro eh?? Avevamo letto qualche scarsa anticipazione su FB ma quanto scritto sul Blog ci ha sorpreso e lasciato a bocca aperta. Lavorate anche insieme!??! Incredibile!!! Io e Manu non so se saremmo in grado di fare lo stesso anche solamente per avere qualche aneddoto da raccontarci o per gioire la sera nel momento del re-incontro dopo una lunga giornata passati lontani. Ma dirlo e scriverlo qui dall’Italia, la nostra nazione e casa, è molto più facile perché sarebbe una quasi impossibile eventualità mentre in Olanda o comunque in uno stato straniero o altro dal proprio come è nel vostro caso, è più probabile che succeda.
    Mentre ieri leggevo il nuovo post sul Blog credevo ci fosse un problema di visualizzazione o qualche cosa di simile perché mi sembrava di leggere frasi già sentite su un lavoro in ufficio ad Amsterdam che riguardava il fotovoltaico, ma invece non c’era nessun errore, è tutto vero!!
    Bene bene!! Così davvero, come dice Ferruccio, potete cominciare a pensare con un po’ più di tranquillità ad un futuro a medio-lungo periodo in terra olandese. Poi sicuramente potrete cambiare città, magari spostarvi al di là della grande diga in Frisia magari ad Heerenven, cambiare casa e lavoro, però ora come ora avete una certa sicurezza sia economica che contrattuale, o sbaglio?
    Dunque pare proprio che le cose vi stiano girando per il verso giusto eh? Bene bene, quindi pare che la vostra scelta di mollare tutto a Monfalcone e a Ronchi fino ad ora si è dimostrata vincente! Bravissimi!!

    Comunque, ora potete anche scriverlo qui sul Blog, in realtà la vostra è una super strategia a medio-lungo termine per mettere le mani sull’azienda del vostro attuale Capo, o no? Poi se l’azienda è composta da 3 persone e voi siete in 2, avete già la maggioranza e quindi, al prossimo consiglio direttivo o di Amministrazione, potrete già cominciare ad apportare le prime migliorie….
    Ne sapete davvero una più del diavolo, eh? Grandissimi!!!

    A parte queste battute, noi qui siamo felici per voi soprattutto perché ora avete un lavoro sicuro o comunque abbastanza sicuro e non molto lontano dalla vostra amata Haarlem. Il resto poi viene da sé.

    Ultimissima curiosità. Per amore nei confronti della vostra Olanda mi [Luca] sto guardando in tv e in diretta, una bellissima e super combattuta [ora sì ma nel primo tempo assolutamente no…] partita di calcio di Eredivise, il campionato Olandese, tra il NAC Breda e l’Ajax. Al 63′ le due squadre sono ancora sull’1-1 ma spero che entro la fine il NAC Breda riesca a segnare così da sconfiggere i lanceri!!! [solamente perché mi è sempre venuto più facile stare dalla parte dei più deboli]
    C’era il sole comunque fino a poco fa sul campo e quindi immagino che anche da voi ad Haarlem ci sia il sole….alla fine l’Olanda è davvero piccolina.

    Bene detto questo vi salutiamo augurandovi una buona serata e un buon inizio di settimana lavorativa insieme!!!!
    Noi tre vi mandiamo un grandissimo abbraccio e un bacione collettivo!!!
    A presto
    cià
    Luca, Manu & 8

    P.s. Noi abbiamo quasi finito la fantastica cremina all’aglio che ci portammo a casa dall’Olanda, in caso di crisi di astinenza ve ne chiederemo dell’altra. Grazie.

  5. 7

    Adam Trema said,

    grazie

    Adam


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: