Riflessioni pre-rientro di Ste

Ci siamo quasi, Ste sta per tornare a casa (?).
Mi dispiace per tutti coloro che si vorrebbero spupazzare Ste ogni giorno (parlo solo ed esclusivamente dei familiari e degli amici più stretti) e li capisco, perché so anch’io cosa significa stare lontano dal ‘mondo Ste’, ed è decisamente poco piacevole. (Vi capisco e avete tutto il mio sostegno, ma non vi nego che ho sentito anch’io la lontananza ed ora sono sollevata e felice al pensiero di rivedere il mio Sole.)

In questi pochi giorni solitari, conoscendo troppo bene la mia attitudine ad accomodarmi in situazioni pigre, mi sono prefissata degli impegni per tenermi occupata parte del tempo libero. Ho ottenuto qualche soddisfazione ed una bruciante delusione da post-seduta dal parrucchiere, evidentemente caratterizzata dal profondo malinteso sul taglio da fare ai miei capelli. Prego non approfondire la questione in quanto tuttora bruciante, appunto.
Ho approfittato dell’assenza di Ste per diminuire il ritardo accumulato nei confronti del cesto della biancheria sporca; ma non sono comunque riuscita a pareggiare il conto.. Rimango stupita ogni volta dalla sua capienza nascosta..
Ho riordinato un po’ la casa e ho acquistato qualche addobbo per renderla più piacevole all’arrivo delle feste.. Le prime feste natalizie, di Capodanno, che passiamo all’estero, non in vacanza.. Per fortuna è previsto l’arrivo del papiño ad allietare il nostro primo Natale olandese.
Non ho dato fondo alle scorte alimentari e ho anche cucinato qualcosa, quindi sono stata davvero brava.

Mi aspettavo una situazione complessivamente peggiore durante l’assenza di Ste ed invece posso dire di essermela passata discretamente bene in questi pochi giorni (forse perché erano pochi?). Sicuramente la mia buona compagnia, già ben consolidata prima, si è rivelata all’altezza anche in una situazione di solitudine un po’ diversa dal solito. Questa volta mancava Ste, ma in questa situazione Ste è tutto quello che mi lega a questo posto; precedentemente c’era anche qualcun’altro o qualcos’altro a legarmi al posto in cui vivevo, perché ci ero cresciuta.
Mi hanno alleggerito il morale le diverse comunicazioni con parenti ed amici, ma sono decisamente soddisfatta da come ho vissuto questi 5 giorni in mia compagnia in terra straniera.
E sono impaziente all’idea di rivedere Ste.

|Aria|

Annunci

2 Risposte so far »

  1. 1

    gestenigd said,

    Io proprio non posso definirmi uno chef, potrò farmi na pasta al sugo, forse una carbonara , un pò di carne e proprio se mi dice bene un’insalata!
    E poi vai di pesce surgelato e WOK take away.
    Che alimentazione mediterranea farò lì al nord eh!

  2. 2

    babboferro said,

    Beata te che l’hai già rivisto! Io dovrò aspettare fino al venti.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: