nuvole pesanti

Ringrazio innanzitutto l’entità ultraterrena che si è alzata dal mio umore, sul quale era rimasta seduta (a momenti distesa) per più di una settimana. Sono stati giorni tristi, che mi hanno tenuto lontano dal blog e dai contatti in genere, nuvole pesanti e scure sembravano accompagnarmi dovunque andassi.
Uno spropositato senso di nostalgia. Un senso di solitudine, amplificato dai cambiamenti di questo ultimo periodo: io e Aria ci vediamo soltanto un paio di ore al giorno, lavorando lei di mattina e io di pomeriggio. Per fortuna il weekend è ancora nostro e ci permette di ricaricarci, ma lo shock del distacco in terra straniera è stato notevole.
Comunque tutto è passato e mi sento di nuovo entusiasta e combattivo, grazie anche ad Aria che ha saputo starmi vicino, rassicurandomi su certezze che nemmeno lei può avere.
Non siamo soliti parlare troppo di sentimenti su questo spazio sul web, ma sarebbe ipocrita far sembrare tutto sempre una passeggiata, sebbene godiamo spesso di buon umore.

Tutto procede tranquillo, da ieri abbiamo l’assicurazione sanitaria olandese, un altro passo verso la regolarizzazione della nostra posizione qui. Non sono soldi che diamo volentieri, abituati alla gratuità del servizio italiano, ma sembra almeno che la qualità sia all’altezza del costo mensile. Speriamo di non averne bisogno, in ogni caso.

Al golf tutto normale, la nuova gestione dimostra di puntare molto sulla qualità e l’estetica, tanto che finalmente non vedo più solo etti di burro che si dibattono in una pentola rovente prima di avvolgere tranci di carne e dadi in polvere rivitalizzati con acqua bollente. Ora vedo cremine preparate sul momento, dessert da fotografia, pane fatto “in casa” e mille decorazioni curiose.
Il nuovo capo serve ai tavoli in giacca e cravatta in un ambiente illuminato da candele e luci soffuse, il gestore precedente se ne andava alle 17 e non toccava nemmeno una posata.
Rex è scappato. Doveva lavorare al golf sabato e domenica, ma è scomparso dai radar. Qualche maligno lo crede scappato in cerca della sua vecchia padrona, trovato il portone della gabbia chiuso male. Di sicuro c’è che sono andato io a farmi qualcuna delle sue ore domenica scorsa. Speriamo si presenti in fretta un sostituto perché la domenica ha riacquistato per me l’intoccabilità che aveva ai tempi della scuola e intendo rifiutare proposte domenicali. In ogni caso devo riconoscere che B., il nuovo boss, è stato molto corretto e mi ha ringraziato più volte per il favore fatto loro in quell’occasione.

Ieri, consegnando la posta, mi sento chiamare da qualcuno alle mie spalle. Mi volto e vedo il mio vecchio capo dei giornali in consegna. Mi chiede come sto, perché non lavoro più con loro, mi racconta che la morosa portava le lettere per DHL come me, ma che ora non le porta più, non è neanche più sua morosa ed è fuggita con un altro in una regione a est. Conclude il racconto non richiesto sulla sua vita rassicurandomi sul fatto che ora ha un’altra donna. Mi augura succes e ritorniamo entrambi a lavorare. Rimango allibito per la quantità di parole, ma altrettanto per il piacevole incontro con quello che è stato il mio primo datore di lavoro qui in Olanda. Non è da troppo che siamo qui, ma è già un po’ storia, no?

Ora vado a fare qualcosa da mangiare per affrontare poi l’ultimo pomeriggio pre weekend al golf, prima di due giorni di relax!
E le nuvole pesanti sono ormai all’orizzonte, viste da dietro mentre se ne vanno.

|Ste|

Annunci

7 Risposte so far »

  1. 1

    Luca, Manu & 8 said,

    Ciao Olandesini, che bello sapere che un po’ di nuvole se ne sono andate!!! Fa davvero davvero piacere. Nuvole pesanti poi a quanto pare e non perché cariche di pioggia.
    Spesso i cricetini che abitano dentro la nostra testa pensano bene di ribellarsi e di far un po’ di testa loro [quale sia la loro testa resta ancora un mistero dato che abitano in un testa non loro….] regalandoci giornate intense e anche molto molto più faticose di quanto possano essere 8 ore di lavoro ad un golf club, ad un Padiglione della Biennale o in qualche ufficio alle prese con circuiti fotovoltaici e computer che molto spesso fanno le bizze, eppure……eppure quasi fanno piacere. O meglio, a me [Luca] fanno piacere e tutto sommato piacciono. A piccole dosi comunque perché dopo due settimane uno dei due, o io o il cricetino, è meglio che alzi bandiera bianca altrimenti la situazione potrebbe diventare monotona e infruttuosa, se non peggio.
    Noi qui in Isola siamo felici e contenti di sapere che lì ad Haarlem, nella verde e soleggiata [?] Olanda, tutto quanto all’interno dei vostri più reconditi ingranaggi sia tornato al suo posto. Bene.

    Tra poco, circa dieci giorni, io [Luca] tornerò ad essere disoccupato e quindi potrò nuovamente scendere a patti con il cricetino che solitamente da vita ai miei ingranaggi mentali. Sarà una lotta agguerrita forse, o forse sarà semplicemente un rivedersi dopo un po’ di tempo; due chiacchiere in compagnia con un po’ di musica come sottofondo oppure con del vento fresco in faccia….
    Tanto alla fine lui sa benissimo che qui comando io e quindi può dire e fare quello che vuole tanto ho imparato a non ascoltarlo quando esagera.

    Buona notte Carissimi Olandesini.
    Un abbraccio grande grande
    A presto
    Luca, Manu & 8 [ma nella testa di 8 il cricetino c’è ancora o è finito nella sua pancia?]

  2. 2

    Samantha said,

    La sanità olandese… eh, ce ne sarebbe da dire!!! Ho avuto un’esperienza piuttosto difficile in luglio, risolta però in maniera eccellente…. ad ogni modo sì, 100 e passa euro sono davvero tanti e per noi italiani, abituti ad andare dal medico gratuitamente per un banale mal di testa, l’Olanda si presenta come un paese difficilino….sento storie dell’orrore su questa sanità, ma anche storie straordinarie. Di sicuro se la cosa è grave è ben trattata, e poi sta a noi far capire ai medici quanto davvero stiamo male… altrimenti Paracetamolo, riposo, e vai!! Un abbraccio e fatevi sentire! Santè!

  3. 3

    babboferro said,

    Tot ziens, Ste!!

    P.S.: Cercherò di ampliare il mio ridotto vocabolario di olandese. Comunque già così intravvedo buone opportunità per un eventuale trasloco in Olanda, visto che voi ne avevate ancora di meno, se non sbaglio.

  4. 4

    gestenigd said,

    Quante volte ho pensato di trasferirmi in NL?
    Tante
    Quante volte ci sono stato?
    Per ora 4 ma mai ho affittato una casa ed ho lavorato…
    Perchè?
    Ehhh la donna la donna!
    Non è mai stata granchè favorevole a lasciarmi tentar la sorte in Olanda.
    Ma ormai l’italia mi ha regalato 1 anno da disoccupato senza alcun ammortizzatore sociale e credo di essere proprio al limite della sopportazione.
    Qui abbiamo tanti nuvoloni che non vanno mai via e purtroppo nono sono fenomeni metereologici.
    Bless
    PS:
    Mi so letto tutto il blog :D

  5. 5

    babboferro said,

    Entusiasta, critico e attento a quanto pare, caro gesten. Complimenti!
    Ma, come diceva Nanni Moretti a D’Alema: “Dicci qualcosa di sinistra!”.

    Tu non sei Massimo (o minimo) D’Alema e non ti è richiesto: è una battuta.

  6. 6

    gestenigd said,

    Babboferro ho visto che ti sei fatto un bel viaggio in auto fino alla cara Holland :D
    Le mie congratulazioni!Io l’ho fatto st’estate ed è na bella botta (specialmente se come me si abita in terronia)

  7. 7

    babboferro said,

    Grazie, gentile gestenigd.

    In effetti l’andata è stata la tratta peggiore: due giorni sulle noiose “autobahn” tedesche con infiniti cantieri di lavori in corso. Per fortuna all’andata ero in compagnia di mia sorella.
    Il ritorno è stato molto più rilassante: tre giorni a zonzo attraverso Belgio, Lussemburgo, Francia e Svizzera.

    Non so se la partenza di giovedì sia stata “intelligente”. Di certo non lo è stato l’arrivo. Mi sono trovato a Mestre nel pomeriggio di sabato primo agosto: il famoso “sabato nero” in cui c’è stato il blocco totale del traffico proprio lì, con la tangenziale già chiusa dalla polizia.
    Non molto intelligente come scelta per un pensionato senza impegni.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: