Una piccola curiosità floreale

Come rendere la quotidianità meno pesante? Come abbellire o diversificare le giornate con poco? Soddisfando qualche piccola curiosità.
In alcune strade del centro di Haarlem (tutto il centro è pedonale e riservato a biciclette e mezzi di servizio), quelle più piccole in cui le palazzine si fronteggiano a pochi metri, alzando la testa è possibile vedere i lampioni appesi (sostenuti da vari cavi che usano le facciate delle case come sostegno) ed allo stesso modo dei vasi di fiori. Proprio vasi di fiori, gerani o similari. La cosa più strana è che questi fiori sono rigogliosi ed in salute, nonostante sia insufficiente per loro l’acqua piovana e siano a circa 5 metri da terra in centro alla via, per cui impossibili da raggiungere con qualsiasi innaffiatoio. Come è possibile quindi che questi gerani ‘appesi’ stiano così bene, mi chiedevo.. Ho immaginato innaffiatoi con prolunga, oppure un senso civico così forte da muovere i dirimpettai a soluzioni ingegnose per bagnare e curare i fiori.. soluzioni quantomeno bizzarre, lo riconosco.

Qualche giorno fa l’arcano è stato svelato. Prima un rumore prolungato ed intenso, di grande motore in funzione, poi mi sono soffermata un po’ a capire cosa fosse. Un uomo guidava lentamente un trattore modificato: con un braccio meccanico reggeva una specie di cabina aperta, alzata dal braccio fino a che l’operaio al suo interno raggiungesse agevolmente i vasi appesi. Ad ogni vaso il trattore si fermava e l’uomo all’interno della cabina curava rapidamente i fiori prima di bagnarli, togliendo i vasi di quelli secchi. Ogni sosta non richiedeva più di un paio di minuti e poi il trattore riprendeva il suo lento cammino, passando a poca distanza dalle vetrine e dalle case, fino al vaso di fiori successivo. I due operai, uno dall’alto del trattore e l’altro dall’ancora più alto della cabina, scambiavano qualche chiacchiera tra loro e con la gente che incontravano lungo la via, in un’atmosfera rilassatamente ordinaria. Dopo il loro passaggio, i vasi di fiori scolavano l’acqua in eccesso per qualche minuto al centro della strada.
Ho scoperto poi che i 2 operai erano del Comune, che quindi prevede anche un piano per gestire il ‘verde in aria’ della propria città.. Che dire? Che la civiltà di uno stato si vede anche da come gestisce il verde pubblico e tutti gli spazi della comunità, non è una novità..
Non so se sono rimasta più affascinata dall’aver soddisfatto una curiosità che avevo da mesi, oppure proprio da quello che ho visto: un trattore (enorme, data anche la quasi assenza di veicoli in generale in quelle vie) passare lento lento lungo la via; sopra di esso 2 uomini che se la raccontano, mentre curano delle piante appese.. Un’immagine davvero piacevole.

|Aria|

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    babboferro said,

    Già. Dalle nostre parti c’è l’usanza da qualche anno di esporre le fioriere in strada. Il Comune non ci pensa nemmeno a fare manutenzione, ma quello che è peggio è che spesso non ci pensano nemmeno i negozi e/o i locali che hanno messo le fioriere.
    Così in breve tempo le fioriere stesse si trasformano in portacenere giganti, con delle striminzite piantine secche. Peccato che chi ci lancia le ‘cicche’ manchi di buona mira, e lasci le malcapitate fioriere a solitario monumento eretto alle sigarette spente. Una specie di ‘Ara pacis’ alla rovescia.
    Un po’ come le campane per il vetro: sembrano vette irraggiungibili, circondate alla base dagli alpinisti (=bottiglie) caduti nel tentativo di conquistare la vetta. La prossima volta che vado a scaricare le bottiglie nella campana sotto casa mi porto una bandierina da piantare. Così potrà testimoniare che qualche bottiglia ce l’ha fatta ad arrivare dove doveva.
    Eppure non ci vuole molto, una volta che uno è arrivato lì: non serve neanche la chiave per il cassonetto. Mi viene da pensare che alcuni arrivino alla campana esausti; spero proprio di non trovare un giorno qualche sventurato, assiderato in mezzo alle bottiglie abbandonate.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: