Complimenti ai papà!!

Lo so che sentite la mia mancanza, anche se dopo il mio personale e fugace aggiornamento mi accorgo di nutrire dei dubbi sulla qualità di uno degli autori, quella che non si fa viva e che non determina il periodo di assenza..
Devo ammettere che mi sono proprio divertita a leggere i commenti dei papà (penso anche che siano un po’ troppo bravi per essere solo dei commentatori..) e ad entrambi comunico la mia ammirazione: a Babboferro per la prestanza di ‘lavorare e vivere come un trentenne’ nonostante sia in pensione; ed a Vecchiopadre per il coraggio e l’entusiasmo con cui si è lanciato finalmente nel blog.
Complimenti ad entrambi: siete proprio gggiovani!!

Sono spiacente della momentanea assenza, ma sono (siamo?) sopraffatta dagli eventi quotidianamente.
La casa è molto carina e molto vuota e ogni giorno è buono per sistemare, comprare qualcosa per renderla vivibile, quindi spero di fare scorta di tanto materiale per poterlo poi condividere. ATTENZIONE: confidiamo nella diplomazia di Ste per avere la connessione internet ‘insieme’ ai vicini nella nuova dimora (condividiamo l’ingresso e loro anche un pezzo di casa nostra), perché altrimenti, prima della connessione, dovremmo procurarci una linea telefonica e non so quanto sia semplice..
Un’esperienza molto intensa ma anche molto bella. E con il papiño con noi, non posso chiedere di più (o quasi..).

|Aria|

Annunci

2 Risposte so far »

  1. 1

    babboferro said,

    Messaggio segreto ai frequentatori del blog: sono sfuggito per qualche ora agli animatori del blog, approfittando della loro fuga ad Amsterdam per il corso di olandese; così mi sono organizzato la gita da solo.

    Andata ad Amsterdam in treno insieme ad Arianna e Stefano. Fuga dalla stazione facendo finta di cercare un posto per fare la pipì … e via a vedere la mostra-evento di Van Gogh “luci della notte”! Bellissima! Il famoso “Starling nights” del 1889 mi ha fatto venire le lacrime agli occhi, aumentando l’effetto dei colori. Dopo averlo visto ho dovuto sedermi sulle ginocchia di una robusta signora giapponese per riprendermi.

    Del resto non molto da dire; dopo la pace cui mi aveva abituato Haarlem ho trovato Amsterdam molto rumorosa ed affollata se pur bella, naturalmente. E’una grande città, si sa, così ho trovato anche qualche libro e dei giornali in inglese ed in italiano, da leggere mentre Stefano si gode il suo meritato riposo. Ho provato in questi giorni anche a leggere qualche giornale in olandese, ma Stefano si addormenta sempre sopra il vocabolario. Di conseguenza non è un’impresa facile da realizzare.

    Il treno mi ha fatto un po’ impressione, sia andata che in ritorno; infatti viaggia sempre sullo stesso binario ed è molto frequente. Per fortuna è puntualissimo al minuto, se no sarebbe alquanto inquietante.

    Vi lascio: mi aspettano per una sfida di videogiochi. Il titolo mi puzza un po’ di fregatura: ‘costruire un tavolo in casa con un temperino’.

    • 2

      Aria said,

      Mi permetto solo perché mi piace molto il quadro di cui si parla: Starry Night.
      Cosa sono le ‘starling nights’? Forse l’emozione e i lacrimoni non ti hanno permesso di leggere bene; comunque mi associo al commento sulla bellezza del dipinto.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: