il contratto con gli olandesi

Ho firmato il contratto. I soldi sono pochissimi, decisamente meno di ciò che speravo. Mi sono dispiaciuto un po’, la mattina non è facile svegliarsi prima dell’alba (anche se poi riesco a dormire nuovamente) e la fatica non è proporzionale alla paga. Non importa. Cercherò di ingranare e di velocizzare le consegne, così da poter almeno raddoppiare le zone da servire e quindi la paga; poi ci sono i bonus per gli allegati del sabato…meglio che niente per il momento. Ci sono inoltre delle possibilità di lavorare con una ditta italiana, progetto attualmente allo stato embrionale ma potenzialmente interessante. Ho scritto inoltre ad un’amica di una persona italiana, che vive qui, per avere un contatto in più, non si sa mai. Insomma, qualcosa si muove e il bilancio rimane comunque positivo.

Un collega di lavoro mi ha portato una chiavetta USB con il programma “Euro talk now”, un software per imparare l’olandese che ho iniziato ad usare ieri. Non sembra male, sicuramente molto semplice e adatto a principianti quali siamo.

E ora, il consueto spazio di contro-informazione. Cerco di trattenermi, ma è più forte di me. :)

Gli scivoloni di Berlusconi
Silvio ama lamentarsi dei “giornalisti comunisti italiani”, dice che non hanno il senso dell’umorismo e lo bacchettano sempre.
Il vostro inviato all’estero preferito vi mostra cosa ne pensa il principale giornale olandese:

articolo tratto dal numero odierno del Telegraaf, giornale nè italiano, nè di sinistra

articolo tratto dal numero odierno del Telegraaf, giornale nè italiano, nè di sinistra

 

L’Aquila e gli avvoltoi
Il tg1 (7/4/09 ed. 13:30) elenca fiero tutti i dati di ascolto del giorno del tragico terremoto in Abruzzo.

Sapete una cosa? Mi fermo ancora un po’ qui, va!

|Ste|

Annunci

3 Risposte so far »

  1. 1

    babboferro said,

    E fai bene, amato Stefano: propone le solite fandonie la testa di moquette. Stasera ad ‘Annozero’ uno del governo ha letto il testo del nuovo ‘Decreto salvacasa (?)’. Era sparito l’articolo che garantiva lo ‘snellimento’ degli obblighi antisismici per le ristrutturazoni (ex articolo 6), mentre era comparso l’obbligo di rispettarle (nuovo articolo 2, che nessuno conosceva). Il decreto è ancora da approvare.

    Sono veloci davvero questi delinquenti: sempre pronti.

    Resta pure ancora in Olanda, caro Stefano, ma lascia che alcuni italiani ti ringrazino per la scelta fatta. Vista la paga è dura: sembra una specie di missione.

  2. 2

    Luca, Manu & 8 said,

    Stai stai, non ti perdi proprio nulla.
    La paga non sarà il massimo, ma alla fine lavori un paio di orette al giorno [o a notte] e, prima o poi, qualche altra offerta vi arriverà.
    Come Ferruccio, io Manu e 8 ci uniamo nel ringraziarvi per la scelta fatta e per tutto il resto.

    Qui nulla è cambiato e, temo, nulla cambierà per molto. L’informazione libera quasi non esiste; i tg e i giornalisti, quasi tutti, sono al servizio del potentato di turno: l’importante è avere la faccia come il culo.
    Pensate che ora, da oggi pare, qui distribuiscono Libero di Feltri gratis [sì sì ho scritto gratis!!] casa per casa. Che sia l’inizio di una nuova era di libertà d’informazione [?] o è semplicemente una logica conseguenza di quella che è attualmente la “cultura” italiana? Mah…io per non avere dubbi, ne ho già presi un po’ dalle varie cassette delle lettere e li ho buttati nella carta riciclata, anche se sarebbe stato meglio usarli come carta da culo!
    Per finire: non è che sarebbe il caso di trasformare il “famoso” Piano Casa in una nuova e vera ricostruzione [seria e non all’italiana come ahimè succederà] per tutti quelli che sono rimasti senza tetto all’Aquila e dintorni? O forse questo non è il momento delle polemiche? Bisogna rimandarle a dopo, ma a quando però? A quando tutti avranno già dimenticato? Di solito succede così in questa italietta.
    Ah già dimenticavo, bisogna essere ottimisti e ben sperare……cosa?
    L’unica cosa in cui sperare sarebbe una bella Rivoluzione socialista, ma forse esagero come sempre.
    Saluti calorosi da tre naufraghi nell’Isola delle foche.
    Un abbraccio
    Luca, Manu & 8

    • 3

      babboferro said,

      Cari Luca, Manu & Otto (ma quando lo promuoviamo questo gatto, a proposito? Non dico dieci, ma almeno …), intanto buongiorno a voi.

      Vorrei farvi riflettere su una cosa a proposito della punizione che è scattata per Vauro e non per la giornalista ‘avvoltoia’ del TG1.
      Non mi è mai piaciuto granchè ‘Annozero’ e tantomeno Santoro. Li trovo un po’ troppo sopra le righe, e quindi meno incisivi. Il segno si lascia meglio se, per l’appunto, si sta ‘nella’ riga. Comunque chi riceve RAI2, riceve anche altri programmi, quindi non è obbligato a vedersi ‘Annozero’ se non gli piace. Ci sono però alcuni cittadini italiani che ricevono solo RAI1; non sono molti, ma gran parte di loro sono sicuramente terremotati vecchi o nuovi, e magari pagano pure il canone di stato. Tra l’altro, come probabilmente sapete, la vignetta (difficile, comunque, fare umorismo sui terremoti) incriminata non era quella sulla cubatura dei cimiteri, ma quella su testa di moquette rappresentato come novello Nerone.

      Un abbraccio. Ferruccio.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: