coffee interinale

mulino spaarne

il mulino più centrale di Haarlem, a pochi passi dalla stazione

Ieri sono stato a consegnare i supplementi nel pomeriggio. Credo siano dei settimanali allegati ai quotidiani che consegno la mattina presto. Escono il mercoledì mattina e vanno consegnati quando si vuole purchè entro le 7 di sera del giovedì. Parto con le mie borse da bici, questa volta illuminato dal sole di un pomeriggio primaverile.
Dopo la consegna in un paio di vie, in modo da non aver troppo lavoro la mattina successiva, mi fermo in un bar e ordino una Coca-Cola, mentre due ragazzi cresciutelli giocano con un elicottero piccolissimo, azionato da un telecomando. Parlo con la barista, in inglese ovviamente, e uno dei due avventori mi chiede se sono polacco. Lo smentisco e sostengo di essere italiano. Chiedo spiegazioni, divertito. Dice che da come parlo inglese sembro polacco. Curioso. Evito la tentazione di parlare spagnolo, per vedere che nazionalità mi attribuirebbe, e gli racconto un po’ dei nostri progetti e dei nostri risultati in terra olandese, rispondendo alle sue gentili domande. E’ molto simpatico e mi ascolta. Poi si distrae perchè una spia dell’elicottero smette di lampeggiare: caricamento completato. Stacca il cavetto dall’elicottero e si sposta qualche metro più in là, per avere maggior spazio aereo possibile a disposizione. L’ampio tavolo da biliardo garantisce una buona area per il decollo. Nessuno tra il pubblico si farà del male.
Per fortuna non ha un casco da indossare, lo farebbe. 
Appena questo si allontana, il secondo inizia a chiedermi che lavoro faccio. Gli racconto del mio impiego momentaneo, aggiungo che comunque dalla prossima settimana mi metterò in cerca di qualcosa di più serio e remunerativo. Ci pensa qualche istante su e mi dà un numero di telefono di “un amico di un amico”, italiano, che sta aprendo una ditta che importerà macchine per caffè. Digli che ti manda Mark, aggiunge. Finisce la Coca cola in un sorso e se ne va con l’amico, salutandomi, stringendomi la mano e augurandomi buona fortuna.

Per il momento non ho avuto risposte a questo numero, ma riproverò lunedì. In ogni caso sono rimasto molto sorpreso per l’umanità e la gentilezza di questi ragazzi. In Italia non mi è mai capitato, ma soprattutto non mi era mai capitato di parlare di me con uno sconosciuto al bar. Forse non era neanche nel mio modo di fare, ma da straniero fa enorme piacere vedere che la gente vuole darti una mano, ti accoglie con curiosità e rispetto. Abbiamo avuto molti esempi di questo atteggiamento, nonostante il breve periodo trascorso finora qui. Incoraggiante.

|Ste|

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    babboferro said,

    … speriamo che si possa aggiornare il popolare proverbio … il mattino avrà anche l’oro in bocca ma lo molla solo il pomeriggio.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: